Vivere in 8 mq? Si può

Vivere in 8 mq? Si può

Questa ragazza aveva un appartamento di appena 8mq pressoché inabitabile ma decise di trasformarlo in una bellissima casa, intima e accogliente nonostante le dimensioni. Ciò che ha fatto con quel poco spazio disponibile ha dell’incredibile. Grazie all’uso intelligente dello spazio è riuscita a non farsi mancare proprio nulla! Buona visione....

Trovare un alloggio gradevole e ad un prezzo onesto, sta diventando una vera impresa per gli studenti svedesi fuori sede. Proprio per questo, un team di architetti dello studio Tengbom, in collaborazione con l’Università di Lund, nel sud della Svezia, ha ideato una soluzione economica, pratica e a basso impatto ambientale: la Smart Student Unit, una mini-abitazione di appena 10 mq che contiene tutto il necessario per consentire agli studenti di avere uno spazio intelligente e di eco-design in cui vivere. La mini-residenza è stata costruita interamente in legno di provenienza locale e nella sua limitata metratura prevede: un angolo cottura dotato di mensole, un bagno, uno spazio con tavolo e sedie e, nel soppalco mansardato, una zona notte con letto-futon. Il design della micro-abitazione è estremamente curato: forme tondeggianti e rifiniture color verde mela fanno risaltare il legno chiaro e illuminano l’ambiente. L’idea dei progettisti è stata quella di creare un’abitazione che accolga lo studente durante la sua carriera scolastica, terminata la quale la Smart Student Unit tornerà disponibile per un nuovo universitario fuori sede. La mini-casa, quindi, non è stata pensata per essere acquistata come dimora stabile. Infatti, lo stesso studio Tengbom annuncia che, entro l’anno prossimo, sono previste 22 unità abitative per gli universitari di Lund all’interno di un parco dedicato. fonte:...
Avete mai pensato ad una vasca…trasparente?

Avete mai pensato ad una vasca…trasparente?...

Tavolo da pranzo o da biliardo?

Tavolo da pranzo o da biliardo?

Sgabelli unici in legno naturale

Sgabelli unici in legno naturale

La “collezione Totoro” è una serie di sgabelli progettati da Armand Graham e Sasha Ritter. Le loro dimensioni variano, assumono il carattere di una famiglia, così come evocare una traccia di registri da cui provengono. Sono state progettate quindi più dimensioni per diverse funzioni: tavolino, sgabello, leggio e oggetto scultoreo. Queste realizzazioni mostrano la bellezza naturale dell’acero d’argento e allo stesso tempo si presentano come oggetti dal design unico. L’acero d’argento è stato scelto per il suo colore, la grana e il fatto che in Ithaca, New York (dove il legno viene recuperato), è considerato una pianta invasiva e che è presente in abbondanza. I tronchi vengono recuperati da scarti di legname non utilizzato e che verrebbe quindi trasformato in legna da ardere. E’ stato così creato un prototipo utilizzando un robot che un tempo era impiegato nell’industria automobilistica. Il suo braccio di due tonnellate è in grado di trasformare un modulo generato dal computer in una precisa realtà scultorea che non potrebbe essere realizzata a mano. Come primo passaggio, il robot rimuove la maggior parte del materiale in eccesso, compresa la corteccia e inizia a scolpire le forme di base della progettazione. Il secondo passaggio rivela le curve della base del Totoro e dà il primo assaggio del prodotto finito. Il processo alla quale il legno nuovo è esposto crea umidità, così si procede successivamente alla asciugatura utilizzando un processo controllato. Dopodiché il tutto viene levigato e calibrato utilizzando un rivestimento di poliuretano ecologico per dargli uno strato protettivo duraturo in modo che rappresenti la perfetta armonia tra un oggetto progettato e un materiale naturale con una vita propria. Questo è l’aspetto più emozionante di questo progetto. La tecnologia che viene usata per creare questi pezzi non può essere precisa, per questo l’oggetto continua a cambiare, ed è bello così. E’ vivo. Vi abbiamo appena presentato un prodotto davvero elegante, di qualità e di grande e naturale...
Tavolo Planter di Emily Wettstein

Tavolo Planter di Emily Wettstein

Lo studente architetto Emily Wettstein ha progettato il tavolo Planter, un pezzo di arredamento moderno costruito utilizzando legno di noce e che dispone di una fioriera rimovibile al centro del...
Dos Pavos Salvadanaio di Mr. Simon

Dos Pavos Salvadanaio di Mr. Simon

Ricchezza in aumento: Dos Pavos salvadanaio di Mr. Simon è un contenitore intelligente ad auto-conteggio per monete da 2€, con base in legno e coperchio in ceramica che sale quando la banca è piena, rivelando, con gli indicatori/linea, la ricchezza contenuta all’interno. Fabbricato in collaborazione con Domanises. Mr. Simon è uno creatore indipendente di design a Valencia, in Spagna, fondata nel 2010, specializzato in grafica e in progettazione di...
Una libreria alternativa

Una libreria alternativa

Oggi vi presentiamo un nuovo modo di disporre i vostri libri. I creatori di questa libreria “alternativa”, dello studio danese Agustav, hanno sicuramente la qualità di pensare fuori dagli schemi realizzando questo design semplice ma geniale. L’idea è quella di inserire e sostenere i libri tramite una piastrina di legno che a sua volta è fissata a perni inseriti in un binario di legno. L’altezza e la larghezza può essere modificata a proprio piacimento. Un’idea unica ed...
Switch Light, interruttore di luce

Switch Light, interruttore di luce

“Switch Light” è un oggetto multifunzionale, questo perché ha due usi, uno per ricevere luce e uno per emettere luce. Durante il giorno, il pannello solare fotovoltaico raccoglie la luce e il lato opposto fornisce energia sufficiente per alcune ore di luce soft per la sera. Il nome “interruttore di luce” si riferisce alle sue funzioni di commutazione. Per far funzionare il dispositivo, basta solo capovolgerlo e l’interruttore di inclinazione nascosto all”interno farà accendere la luce. Tramite questo dispositivo, la luce è libera di muoversi  in casa o all’aperto, senza collegare nessun tipo di cavo. La costruzione è una composizione di tre principali elementi, un contenitore in polipropilene satinato, una lente in acrilico e il nucleo interno ABS, che detiene i componenti elettronici. La dimensione è abbastanza grande per emanare un buona quantità di luce.  ...
“Snow Print”, piastrelle con impronte di animali

“Snow Print”, piastrelle con impronte di animali...

“Snow Print Tiles“, disegnate da Maija Puoskari e Tuukka Tujula, sono piastrelle che riproducono orme di piccoli animali. Quelle nella foto sono orme di lepre ma la collezione include altre impronte di animali selvatici finlandesi. Queste stupefacenti piastrelle di ceramica sono un’idea eccellente per chi ricerca qualcosa di unico e per chi ama gli animali. Possono illuminare qualsiasi ambiente con la loro sola presenza e sono particolarmente indicate per le stanze dei...